Archivi della categoria: in Evidenza

Il nuovo corso dell’Abbazia del Goleto

Il nuovo corso dell’Abbazia del Goleto.


La diocesi ringrazia i Piccoli Fratelli della Comunità Jesus Caritas per il fruttuoso servizio svolto al Goleto per 31 anni nello spirito del beato Charles De Foucauld.
Dal 19 luglio, con la partenza di fratel Oswaldo Curuchich, a cui va la nostra cordiale gratitudine, l’Abbazia del Goleto è affidata alla custodia del nuovo rettore don Salvatore Sciannamea insieme con padre Jonathan Cuxil, che costituiranno una fraternità sacerdotale diocesana. I servizi e la cura
spirituale propri di questo luogo continueranno nella disponibilità e nell’accoglienza a chiunque, per motivi diversi, vorrà visitare e fermarsi nell’abbazia.

I servizi offerti nella forma pubblica, ecclesiale e comunitaria sono:
-dal lunedì al sabato: Ufficio delle Letture e Lodi ore 7.00
-dal lunedì al venerdì: Ora Media e Adorazione Eucaristica dalle ore 15.00 alle ore 16.00
-dal lunedì alla domenica: Vespri e Celebrazione Eucaristica ore 18.00
-il rettore è sempre disponibile per l’accoglienza, la guida nell’abbazia, l’incontro spirituale, le confessioni personali e ogni altra forma di dialogo possibile.

È sempre opportuno avvisare, quando è possibile, per essere accolti e non vagare per il complesso monumentale, che rimane fondamentalmente un luogo di silenzio e di preghiera. È anche possibile l’accoglienza di gruppi per ritiri spirituali giornalieri. Invece, per la permanenza di più giorni è possibile solo fino a due persone, con motivazioni spirituali forti sia per consacrati o consacrate e sacerdoti sia per laici in cammino di ricerca e di fede.
Iniziative culturali e spirituali proprie dell’abbazia saranno presentate di volta in volta sia sul sito diocesano (www.diocesisantangelo.it) sia sul sito (www.goleto.it) e la pagina Facebook dell’abbazia (@abbaziadelgoleto).

Per ogni altra iniziativa di enti pubblici o privati, come già in passato, è necessario prendere accordi con la diocesi (Ufficio Comunicazioni Sociali e Ufficio Beni Culturali, che riferiscono al
Vescovo, alla e-mail curia@diocesisantangelo.it) e con il rettore dell’abbazia.
Rimane il principio che tutte le persone sono benaccolte al Goleto, non tutte le iniziative sono possibili.
Confidando nell’aiuto del Signore, nella protezione di San Luca, San Guglielmo e il beato Charles De Foucauld, il Goleto continuerà ad essere un luogo di preghiera, di spiritualità e di accoglienza dell’uomo pellegrino alla ricerca, che si ferma per scoprire il senso della vita e la presenza di Dio.

Contatti
Abbazia del Goleto: tel. 0827/24432
don Salvatore Sciannamea: e-mail donsalvas@libero.it, cell. 388/8139739
padre Jonathan Cuxil: e-mail cuxil.jonathan@gmail.com

documenti matrimoniali c/o curia

Avviso

Avviso

Si ricorda che la Cancelleria riceve per i documenti matrimoniali il martedì e il giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00.

Domanda annuale per l’I.R.C. – Anno scolastico 2021/2022

Ai Docenti di R.C. con incarico a t.d.
Agli aspiranti all’insegnamento
LORO SEDI

 

Oggetto: Domanda annuale per l’I.R.C. – Anno scolastico 2021/2022

Carissimi,
in vista della compilazione degli elenchi-graduatorie per l’insegnamento di religione cattolica per l’anno scolastico 2021/2022, vi invio in allegato la domanda da compilare e restituire via e-mail all’indirizzo scuola@diocesisantangelo.it entro venerdì 30 luglio p.v.
Vi ricordo che i docenti che aspirano all’insegnamento possono presentare la domanda per il nuovo anno scolastico se sono residenti nel territorio dell’Arcidiocesi e se hanno conseguito il titolo di studio quinquennale rilasciato dagli Istituti di Scienze Religiose o altro titolo riconosciuto valido.
Con riserva, per ulteriori valutazioni, sono accettate anche le domande con titolo inferiore a quello sopra riportato.
Cordiali saluti e buone vacanze!

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 9 luglio 2021
don Piercarlo Donatiello
Direttore


Altre indicazioni diocesane riguardo le feste religiose

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Ai Parroci

 

Altre indicazioni diocesane per le festività religiose.

 

In seguito alle indicazioni della Metropolia beneventana emanate lo scorso 17 giugno, in conformità agli accordi CEI e Governo italiano, aggiungiamo quanto segue:

  1. non è possibile effettuare nessuna raccolta di offerte per il paese, è possibile solo un punto di raccolta in prossimità della chiesa;
  2. per dare un segno di gioia e di speranza è possibile allestire in maniera sobria le luminarie, tenendo conto della legislazione vigente;
  3. con il consenso dell’autorità civile, è possibile anche far brillare fuochi d’artificio, che non creino assembramento per la visione;
  4. in segno di animazione popolare, è possibile anche la presenza di un complesso bandistico, che esegua i brani musicali nella debita distanza o percorrendo senza seguito di popolo le vie del paese;
  5. non è possibile, per evidenti motivi di sicurezza, ogni altra forma di spettacolo di piazza, non potendo la parrocchia, unico ente organizzatore delle feste religiose, garantire quanto previsto dalle norme anti-Covid e pertanto già rientranti nel divieto assoluto della Metropolia;
  6. avendo escluso ogni forma di processione, nell’eventualità di Celebrazioni Eucaristiche all’aperto, il simulacro, se si ritiene opportuna la presenza, dev’essere portato in loco in forma strettamente privata e allo stesso modo riportato in chiesa.

Queste indicazioni devono essere valutate secondo la condizione economica-sociale-sanitaria di ogni comunità, tenendo sempre un confronto con il Vescovo, attenti all’evoluzione negativa o positiva della pandemia. Il Parroco, il Consiglio Pastorale e quanti operano per il bene della comunità abbiano sempre a cuore la vita spirituale e la gioia delle relazioni fraterne di tutti i cristiani, che in occasione delle feste religiose possono trovare espressione e crescita.

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 28 giugno 2021 

+ Pasquale Cascio

Arcivescovo

 

 

P.S. Per una maggiore chiarezza nell’interpretazione, si allega il testo della Metropolia del 17 giugno 2021.

 

 

 

 

Metropolia beneventana

Indicazioni riguardo le feste religiose

 

 

Ai parroci

 

17 giugno 2021

 

L’attuale emergenza sanitaria – nonostante i segnali di ottimismo che fanno ben sperare – appare tuttora fluida e instabile. Pertanto, è richiesta ancora molta prudenza per evitare il rischio di vivere una nuova ondata epidemica, incrementata anche dalle varianti insorgenti. In forza di ciò, restano in vigore le disposizioni vigenti; per cui, in attesa di nuove indicazioni da parte della Conferenza Episcopale Italiana concordate con il Governo Centrale, ricordiamo che:

  1. restano sospese le processioni e ogni forma di festa esterna;
  2. non sono ammesse quelle manifestazioni che, senza concorso di popolo, si propongono di portare statue della Vergine o dei Santi lungo le strade del territorio parrocchiale;
  3. si raccomanda di vivere i limiti che tale situazione c’impone come un’opportunità per crescere nella preghiera e nella meditazione della Parola di Dio, dando valore di comunione ecclesiale e di aggregazione popolare alle celebrazioni liturgiche nel rispetto delle norme anti-Covid.

La Vergine Madre di Dio e i Santi intercedano per noi, perché possiamo fare delle nostre comunità luoghi di autentica fraternità.

 

 

Felice Accrocca

arcivescovo metropolita di Benevento

Arturo Aiello

vescovo di Avellino

Pasquale Cascio

arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Giuseppe Mazzafaro

vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata dei Goti

Sergio Melillo

vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia

Riccardo Guariglia

abate di Montevergine


Ordinazione diaconale di Michele Galgano

«Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:

nelle tue mani è la mia vita.»

(Salmo 16,5)

 

La Chiesa di Dio che è in Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia grata al Signore che continua ad arricchirla con il dono di vocazioni al ministero ordinato annuncia con gioia che

sabato 10 luglio 2021 alle ore 18.30

nella Parrocchia “San Canio Martire” in Calitri (Av)

Michele Galgano

sarà ordinato diacono per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria dell’Arcivescovo S.E. Mons. Pasquale Cascio

_________________________________

 

diretta streaming sulla pagina facebook

“Parrocchia San Canio V. e M. Calitri”


Esercizi Spirituali per Giovani

Pastorale Giovanile Vocazionale

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Pastorale Giovanile Vocazionale

Esercizi Spirituali per Giovani

Amplifichiamo la luce che è in noi

28 giugno – 1° luglio ore 15.30_2021

Meditazioni sulla Parola

vie per la condivisione

celebrare la luce

(ogni giorno dalle 15.30 alle 19.00)


Messa Crismale, sabato 22 maggio 2021 alle ore 10.00_anche in diretta streaming

nella chiesa cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi

Video:  https://www.facebook.com/1635382558/videos/10223101179511288/

Foto: https://www.diocesisantangelo.it/messa-crismale-22-maggio-2021/

 

 

Ai Presbiteri

ai Diaconi

alle Comunità Religiose

alle Comunità parrocchiali

 

Carissimi,

anche quest’anno non abbiamo vissuto nel giorno proprio l’intenso momento della Messa Crismale, a cui tutto il popolo di Dio è convocato e da cui trae la ricchezza della grazia sacramentale nell’unzione del Sacerdozio di Cristo e nel simbolo degli olî per la celebrazione dei Sacramenti di salvezza, affidati alla Chiesa.

Per vivere l’evento di grazia in sicurezza e in serenità, ci ritroviamo per la celebrazione della Messa Crismale, sabato 22 maggio 2021 alle ore 10.00 nella chiesa cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi. Considerando il numero di posti previsti per la nostra cattedrale, sono invitati a partecipare: tutto il presbiterio, i religiosi, le religiose, un laico delegato per ogni parrocchia e i membri del Consiglio Pastorale Diocesano.

L’esperienza forte della Messa Crismale rinsaldi l’unione nel nostro presbiterio con il desiderio di essere lievito di fraternità nella Chiesa diocesana, secondo il ministero e il servizio a cui lo Spirito ci ha destinati per la vocazione ricevuta.

Nell’attesa dell’incontro di sabato, suggerisco di darne comunicazione alle nostre comunità per stimolare l’unione spirituale nella preghiera e invito i presbiteri e i diaconi a partecipare anche al ritiro mensile del venerdì 21, presso l’Abbazia del Goleto.

Affidandovi a Maria, madre della Chiesa e madre della speranza, saluto tutti cordialmente.

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 13 maggio 2021

+ Pasquale Cascio

      Arcivescovo

 

 

 

P.S. Per evitare assembramenti, gli olî saranno consegnati in un secondo momento a tutte le comunità in contenitori provvisori, preparati all’occorrenza.


Appello al Governo e al Parlamento affinché l’Italia ratifichi il Trattato di Proibizione delle armi nucleari_CEC

“Non impareranno più l’arte della guerra”

Conferenza Episcopale Campana

Non impareranno più l’arte della guerra

Appello al Governo e al Parlamento affinché l’Italia ratifichi il

Trattato di Proibizione delle armi nucleari

“Alla fine dei giorni” il Signore “sarà giudice fra le genti e arbitro fra molti popoli. Spezzeranno le loro spade e ne faranno aratri, delle loro lance faranno falci; una nazione non alzerà più la spada contro un’altra nazione, non impareranno più l’arte della guerra” (Is 2,1.4). Dobbiamo acquisire la convinzione del profeta e impegnarci a fondo contro la macchina bellica e l’industria – purtroppo sempre fiorente – delle armi, perché una volta costruite queste devono sparare o esplodere, altrimenti non le comprerebbe più nessuno.

Il 22 gennaio 2021 il Trattato di Proibizione delle armi nucleari (votato all’ONU nel luglio 2017 da centoventidue Paesi) ha assunto valore vincolante per tutti gli Stati che l’hanno sottoscritto. In forza di ciò, in quegli stessi Stati sono ormai illegali l’uso, lo sviluppo, l’effettuazione di test, la produzione, la fabbricazione, l’acquisizione, il possesso, l’immagazzinamento, l’installazione o il dispiegamento di armi nucleari.

L’Italia, che non sottoscrisse allora il Trattato, potrebbe ratificarlo adesso: al momento, però, tutto tace nelle nostre istituzioni governative, mentre invece ci s’impegna ad acquistare nuovi cacciabombardieri per una spesa complessiva di oltre 14 miliardi. A Hiroshima, il 24 novembre 2019, Papa Francesco affermò che “l’uso dell’energia atomica per fini di guerra è, oggi più che mai, un crimine, non solo contro l’uomo e la sua dignità, ma contro ogni possibilità di futuro nella nostra casa comune”. È perciò “immorale, come allo stesso modo è immorale il possesso delle armi atomiche. Saremo giudicati per questo”. Poche settimane or sono, il giorno di Pasqua, lo stesso Pontefice ha ribadito che il vero “scandalo”, nell’odierno contesto internazionale, in un tempo in cui la crisi falcia milioni di persone e molti di più ne getta in povertà, sta nel fatto che “non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari”.

Unendo perciò la nostra voce a molte altre, chiediamo con forza al Governo e al Parlamento che l’Italia ratifichi subito il Trattato di Proibizione delle armi nucleari, receda dall’acquisto di nuove armi e impieghi diversamente le energie che ora investe nella loro fabbricazione, nella convinzione che la pace “non si riduce a un’assenza di guerra, frutto dell’equilibrio sempre precario delle forze. Essa si costruisce giorno per giorno, nel perseguimento d’un ordine voluto da Dio, che comporta una giustizia più perfetta tra gli uomini” (Paolo VI, enciclica Populorum Progressio, num. 76).

15 maggio 2021

130° anniversario della pubblicazione

dell’eciclica Rerum Novarum

Colloquio per l’accertamento dell’abilità pedagogica ai fini del riconoscimento dell’idoneità per l’IRC

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia
Ufficio Scuola Diocesano

L’Ufficio Scuola della Conferenza Episcopale Campana organizza un colloquio per l’accertamento dell’abilità pedagogica ai fini del riconoscimento dell’idoneità per l’IRC nelle singole diocesi della regione ecclesiastica.

Le domande di partecipazione al colloquio per l’accertamento dell’abilità pedagogica possono essere presentate dal 17 maggio 2021 al 7 giugno 2021 utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito www.ireca.it.
Si invitano gli interessati a contattare, prima della presentazione della domanda, l’Ufficio Scuola Diocesano al fine di ottenere il rilascio del “nulla osta” del Vescovo per la partecipazione al colloquio.
L’avviso pubblico, il tesario per il colloquio e il modulo di domanda sono disponibili al seguente link: