Archivi della categoria: in Evidenza

Materdomini, Sala teatro del Santuario di San Gerardo Maiella Domenica 22 maggio 2022 ore 16.30

Azione Cattolica diocesana_Convegno

Impossibile? Allora si farà! Armida Barelli tra spiritualità e azione

 

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Azione Cattolica diocesana

 

 

Impossibile? Allora si farà!

Armida Barelli tra spiritualità e azione

Materdomini, Sala teatro del Santuario di San Gerardo Maiella

Domenica 22 maggio 2022 ore 16.30

 

moderatrice

Grazia GIANNONE, presidente AC diocesana

 

relatrice

Barbara Pandolfi, vice postulatrice per la causa di beatificazione di Armida Barelli

 

conclusioni

mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo

 

*L’incontro è aperto a tutta la comunità diocesana


Terzo forum aree interne

centro la pace Benevento 26-28 maggio

COMUNICATO STAMPA

All’assemblea dei vescovi italiani il percorso e l’attualità

 del Forum delle aree interne.

 

Il terzo Forum delle aree interne “Mobilità veloce e suolo lento. Un ponte per le aree interne”, che si terrà al centro “La Pace” di Benevento dal 26 al 28 maggio prossimi, e che vedrà, tra gli altri, la partecipazione dei ministri Enrico Giovannini (infrastrutture e mobilità sostenibile) e Mara Carfagna (Sud e coesione territoriale), sarà presentato alla prossima assemblea generale dei vescovi italiani come forma moderna di testimonianza della Chiesa al servizio del bene comune e dello sviluppo dei territori.

L’arcivescovo metropolita di Benevento, Felice Accrocca, presenterà ai confratelli l’iniziativa ricordando anche la costituzione del movimento dei Vescovi per le Aree interne.

Ricordiamo che il Forum è rivolto ad amministratori, operatori socio-politici, tecnici e imprenditori. Proseguono le iscrizioni al seguente link www.faare.org

Si precisa inoltre che è possibile partecipare ai lavori solo se iscritti e che per accedere alla tre giorni il pass sarà rilasciato dalla segreteria solo il primo giorno esclusivamente a coloro che risultano iscritti.

 

IL PROGRAMMA DEL FORUM

Giovedì 26 maggio

15.00: Accoglienza e iscrizioni

15.30: Saluto introduttivo di mons. Felice Accrocca

16.00: Territori emarginati e fertilità delle differenze

Sabrina Lucatelli, coordinatrice di “Riabitare l’Italia” e partner di progetto del Forum Disuguaglianze e Diversità

17.00: Dibattito

18.00: Presentazione villaggi tematici

Ermete Realacci, presidente SYMBOLA;

Fabrizio Antolini, presidente SISTUR;

Francesco Monaco, Capo Dipartimento Supporto ai Comuni e Studi politiche europee – IFEL;

Annalisa Mandorino, segretaria CITTADINANZA ATTIVA

20.15: Cena

 

Venerdì 27 maggio

9.30: Introduzione lavori

10.00: PNRR, riduttore di distanze

Enrico Giovannini, ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile

11.15: Coffee break

11.30: Aree interne, investimento per la crescita del Paese

Mara Carfagna, ministro per il Sud e la coesione territoriale

Intervista a cura di Andrea Covotta – Direttore Rai Quirinale

 

13.00: Pranzo

15.00: Progetto e competenza, motori per una velocità sostenibile

Linee operative per attraversare responsabilmente la nuova fase sociale

 

Villaggi tematici: Qualità, innovazione e transizione culturale; Borghi, aree interne e restanza dei giovani: attrattività possibili; Transizione e nuovi strumenti di coesione; Diritti, solidarietà e formazione alla partecipazione civile.

20.15: Cena

21.00: Visita alla città

 

Sabato 28 maggio

9.00: Villaggi tematici, relazioni conclusive

11.00: Sviluppo e riequilibrio territoriale, buone prassi e progetti innovativi

Maurizio Bianchi: “Power engineering” (Tecnologia e gestione dell’energia)

Antonio Stasi: “Vazapp” (Scenari in agricoltura)

Alfonso Santoriello: “Ancient Appia Landscapes” (Transizione archeologica)

12.00: Conclusioni

 

 

 

 

 

 

Sul sito www.faare.org è possibile reperire le note tecniche per la partecipazione al forum e tutte le informazioni e il materiale del percorso effettuato fino ad oggi.


Sinodo 2021_2023

I germogli nati dal Cammino diocesano

A tutta la Comunità Diocesana

 

Carissimi/e,

 

la Chiesa di Dio è convocata in Sinodo. Il cammino, dal titolo “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”, si aprirà solennemente il 9-10 ottobre 2021 a Roma e il 17 ottobre seguente in ogni Chiesa particolare. Una tappa fondamentale sarà la celebrazione della XVI Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi nell’ottobre 2023, a cui farà seguito la fase attuativa, che coinvolgerà nuovamente le Chiese particolari. Con questa convocazione, Papa Francesco invita la Chiesa intera a interrogarsi su un tema decisivo per la sua vita e la sua  missione: “Proprio il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del Terzo Millennio” (dal Documento Preparatorio “Per una Chiesa sinodale” n. 1).

La nostra Chiesa Diocesana risponde con gioia e con fiducia all’invito del Santo Padre per ritrovarsi nella Celebrazione Eucaristica, domenica 17 ottobre 2021 alle ore 18.00 nella Chiesa cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi. Con questa Concelebrazione ci poniamo in comunione con il Sinodo della Chiesa universale, a cui la Chiesa Italiana si unisce iniziando il suo cammino sinodale. In questo cammino anche noi ci ritroviamo nell’ascolto della Parola, delle nostre comunità e degli uomini e delle donne del nostro territorio, perché la sinodalità parte dal basso e ci aiuta a camminare insieme sotto l’azione dello Spirito Santo. Il nostro convenire è già un gesto di sinodalità. Siete tutti invitati alla Celebrazione: il presbiterio, i diaconi, i consacrati e le consacrate, il Consiglio Pastorale Diocesano e tutti i fedeli laici. Purtroppo le restrizioni covid 19 permettono la presenza nella nostra Cattedrale di 103 partecipanti, si consiglia pertanto la presenza di due persone per ogni comunità parrocchiale.

Nell’attesa di vivere questo evento di grazia e di disporci fiduciosi nel cammino sinodale, saluto tutti cordialmente e invoco su tutta la comunità diocesana la benedizione della Santissima Trinità

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 10 ottobre 2021

+ Pasquale Cascio

arcivescovo

Indicazioni Covid-19_disposizioni CEI e applicazioni diocesane

in vigore dal 1 maggio 2022

Indicazioni Covid-19

applicazioni diocesane

ai Rev.mi Parroci LORO SEDI

Dopo l’ordinanza del Ministro della Salute in data 28 aprile 2022, la Conferenza Episcopale Italiana ha emanato il comunicato sopraesposto. La CEI fa riferimento all’Ordinanza del Ministro, all’andamento Covid-19 e alle proprie indicazioni contenute nella comunicazione del 25 marzo u.s. 

A partire da questi tre punti di riferimento, nell’ultima comunicazione di oggi, 29 aprile, afferma che “l’uso delle mascherine resta, a rigore, raccomandato in tutte le attività che prevedono la partecipazione di persone in spazi al chiuso come le celebrazioni e le catechesi”. Ritengo di caldeggiare questa raccomandazione e, non essendoci più l’obbligo del distanziamento, dispongo di conservarne l’uso obbligatorio.

Infatti, la stessa nota della Presidenza CEI prosegue dicendo “resta obbligatorio l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per gli eventi aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in locali assimilabili a sale cinematografiche, sale da concerto e sale teatrali”.

Per tener viva la memoria, ricordo gli altri punti della nota CEI del 25 marzo ancora in vigore:

distanziamento: non è obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di un metro. Si predisponga però quanto necessario e opportuno per evitare assembramenti specialmente all’ingresso, all’uscita e tra le persone che, eventualmente, seguono le celebrazioni in piedi;

igienizzazione: si continui a osservare l’indicazione di igienizzare le mani all’ingresso dei luoghi di culto;

acquasantiere: si continui a tenerle vuote;

scambio di pace: è opportuno continuare a volgere i propri occhi per intercettare quelli del vicino e accennare un inchino, evitando la stretta di mano o l’abbraccio;

distribuzione dell’Eucaristia: i Ministri continueranno a indossare la mascherina e a igienizzare le mani prima di distribuire l’Eucaristia preferibilmente nella mano;

sintomi influenzali: non partecipi alle celebrazioni chi ha sintomi influenzali e chi è sottoposto a isolamento perché positivo al COVID-19;

igiene ambienti: si abbia cura di favorire il ricambio dell’aria sempre, specie prima e dopo le celebrazioni. Durante le stesse è necessario lasciare aperta o almeno socchiusa qualche porta e/o finestra. I luoghi sacri, comprese le sagrestie, siano igienizzati periodicamente mediante pulizia delle superfici con idonei detergenti;

processioni: è possibile riprendere la pratica delle processioni.

Tenendo conto delle nuove aperture, dispongo inoltre, che sia possibile celebrare in chiesa anche le esequie dei morti con Covid-19. La nostra diocesi, con riferimento alle prime disposizioni, ne aveva conservato fino ad oggi il divieto. Raccomando, tuttavia, di vigilare sulla presenza di eventuali contagiati tra i familiari.

Rimane il divieto di presentare in chiesa le condoglianze personali.

Tali disposizioni entreranno in vigore dal 1° maggio 2022 e resteranno invariate fino al 15 giugno p.v., fatte salve nuove disposizioni ministeriali con le indicazioni applicative della CEI.

 

Rimanendo a disposizione per ogni chiarificazione, confidando sempre nel buon senso e nella prudenza, saluto tutti di cuore.

Sant’Angelo dei Lombardi, 29 aprile 2022 


Caritas Diocesana_Sostegno alle giovani coppie

chiesa famiglia territorio

Caritas Diocesana

Caritas Italiana 

Fondi 8xmille Chiesa cattolica

Sostegno alle giovani coppie

chiesa famiglia territorio

  • supporto economico in favore di giovani spose in fase di maternità (visite specialistiche: diagnostiche e strumentali)
  • sostegno economico per figli in età scolare (acquisto di indumenti, latte, medicinali, prodotti per l’igiene)
  • sostegno e orientamento verso i servizi socio-educativi se non esistenti sul territorio (asili nido, ludoteca, scuola materna)
  • contributi di sostegno al reddito familiare

Per saperne di più e per le modalità di accesso potrai rivolgerti al tuo parroco o alla tua Caritas parrocchiale, oppure contatta:

CARITAS DIOCESANA (giovedì dalle 10 alle 12): 0827.23 039 

Salvatore CILIO: 329.484 1589 

Fabio MOSCARIELLO: 328.388 8542 

Carmen D’ADDESE: 334.784 0485

Rosa ARCHITRAVO: 392.288 0727 

Nicola Scotti: 334.3107 866


Emergenza Ucraina

Caritas Diocesana

 

Caritas Diocesana

Emergenza Ucraina

La Caritas Diocesana, su indicazione di Caritas Nazionale e Caritas Regionale, propone alle comunità Parrocchiali dell’Arcidiocesi una raccolta fondi durante il tempo di Quaresima per l’emergenza Ucraina.

Quanto raccolto andrà consegnato in Curia

entro la terza domenica di Quaresima,

Giornata Diocesana di preghiera per la pace in Ucraina.

Se ci fossero famiglie disponibili all’accoglienza dei profughi, comunicatecelo.

Il Direttore, don Alberico Grella

 

Don Alberico Grella (direttore Caritas diocesana): 335.5384566

diac. Pasquale Moscariello (vicedirettore Caritas diocesana): 328.5818648


Messa Crismale 2022_Il video

Chiesa Cattedrale_mercoledì 13 aprile 2022_ore 18.00


 

 

 

Messa Crismale 200

Chiesa Cattedrale

Sant’Angelo dei Lombardi

mercoledì 13 aprile 2022

ore 18.00

____________________

Considerando la capienza della cattedrale, sono invitati a partecipare:

tutto il presbiterio, i religiosi, le religiose, due laici delegati per ogni parrocchia

e i membri del Consiglio Pastorale Diocesano.

Si ricorda l’obbligo di mascherina.


Covid 19, le ultime indicazioni

CEC e diocesane

 

Conferenza Episcopale Campana

 

Il giorno 31 marzo 2022, come già preannunciato dalle autorità civili, terminerà lo stato di emergenza imposto dalla pandemia da covid-19.

Tutti abbiamo avvertito la mancanza delle ordinarie relazioni pastorali legate alla vita liturgica ed anche alle espressioni della pietà popolare.

Se pure con prudenza, ora incamminiamoci sui percorsi interrotti, con rinnovato entusiasmo e con alcune raccomandazioni.

Nel riprendere, dopo il 31 marzo, le consuete espressioni di pietà popolare, rimane l’obbligo previsto delle necessarie autorizzazioni di pubblica sicurezza e di tutela sanitaria da parte delle autorità civili.

Per non vanificare il tempo di prova che abbiamo attraversato è opportuno vivere le espressioni della pietà popolare, in ottemperanza alle indicazioni offerte dai vescovi della Campania in questi anni.

Il tempo che viviamo con le nuove povertà e le emergenze umanitarie ci chiama a riscoprire il valore della sobrietà ed esige segni concreti di solidarietà.

Mugnano del Cardinale (NA), Centro Giovanni Paolo II, 7 marzo 2022

 

I Vescovi della Campania

 

 

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Indicazioni diocesane

 

Tenendo conto della dichiarazione della Conferenza Episcopale Campana (CEC), comunico alcune note esplicative per l’applicazione nella nostra Chiesa diocesana; esse sono state discusse nel Consiglio Presbiterale del 14 marzo 2022.

La cornice delle indicazioni è costituita dall’andamento della pandemia (ora in crescita), dalle normative che saranno comunicate di volta in volta dalle Autorità civili e dalla C.E.I., dalla ripresa graduale e vigile delle attività, conservando la “prudenza pedagogica”.

  1. Settimana Santa: conservando ancora l’uso della mascherina al chiuso, il distanziamento e l’igienizzazione, si svolgano tutte le celebrazioni secondo gli orari più consoni alle comunità. Non sono consentite ancora le processioni della domenica delle Palme e del venerdì santo (Via Crucis all’esterno). Per il giovedì santo si consiglia di non fare la lavanda dei piedi e, se si distribuisce il pane, sia rigorosamente imbustato dal forno. Per la Veglia Pasquale si può dare l’acqua benedetta in apposite bottigliette chiuse, ricordando che serve solo per l’aspersione.
  2. Le attività di catechesi in molte comunità sono già riprese, con la massima attenzione ai contagi scolastici o familiari. Le celebrazioni dei sacramenti della Penitenza, dell’Eucarestia e della Confermazione per i ragazzi e i giovani si svolgano in più turni, ascoltando, in stile sinodale, le famiglie, le catechiste e i catechisti e, dove lo si ritiene opportuno, anche il Consiglio Pastorale parrocchiale.
  3. Le feste patronali e parrocchiali siano celebrate con decoro, sobrietà e frutto spirituale. Si svolgano le celebrazioni dei novenari, dei tridui e le celebrazioni eucaristiche nelle feste, permettendo, per queste ultime, la serena partecipazione anche con la celebrazione all’aperto. Le processioni si possono riprendere dopo la Pasqua, con l’impegno che siano momenti di preghiera e di gioia popolare. Anche per queste manifestazioni si può fare un confronto sinodale tra Consiglio Pastorale, collaboratori e Comitati feste, per considerarne i percorsi e le modalità di partecipazione; infatti non pensiamo che la ripresa sia vissuta automaticamente come se niente fosse avvenuto. In ogni caso si evitino inutili conflitti o imposizioni mortificanti.

L’apparato esterno delle nostre feste fa capo alla parrocchia per quanto riguarda i permessi e le autorizzazioni, le luminarie, i fuochi pirotecnici, i concerti bandistici e gli intrattenimenti musicali in piazza. Altre forme di divertimento e di festa (come momenti culinari o giochi) non competono alla parrocchia, si svolgano nei giorni non coincidenti con le feste e possono essere organizzati da altre associazioni, che ne assumono la responsabilità di fronte alle autorità pubbliche.

 

Tutte queste indicazioni saranno di volta in volta aggiornate, seguendo le novità e le necessità che emergeranno durante il cammino. Tutto si compia per annunciare e accogliere il Vangelo, per crescere nella comunione ecclesiale, nella collaborazione con le istituzioni civili e nel servizio alla società civile, senza mai dimenticare i bisogni dei poveri e delle comunità.

Sono sempre accanto a voi tutti per ogni sostegno e chiarificazione, di cuore vi benedico.

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 21 marzo 2022

 

+ Pasquale Cascio

arcivescovo