Archivi della categoria: in Evidenza

Comunicato stampa_Giornata Mondiale dell’Acqua

dei vescovi della Metropolia

Comunicato dei Vescovi della Metropolia di Benevento

Giornata Mondiale dell’Acqua 22 marzo 2022

 

 

Martedì 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, che è il bene comune per eccellenza. Il Concilio Vaticano II insegna che “Dio ha destinato la terra e tutto quello che essa contiene all’uso di tutti gli uomini e di tutti i popoli” (Gaudium et Spes, n. 69), mentre per Papa Francesco “l’accesso all’acqua potabile e sicura è un diritto umano essenziale, fondamentale e universale” (Laudato si’, n. 30). Nessun uomo, perciò, potrà e dovrà esserne mai privato, anche se per l’acqua si lotta e non solo con esposti o carte bollate, poiché il suo valore è stato già affiancato a quello dell’oro e del petrolio.

Di un simile bene il territorio sannita-irpino è stato beneficato in abbondanza dal Signore: un bene di cui tutti devono poter usufruire e che non può essere assoggettato a logiche di mercato, che alla fine gioverebbero al profitto di pochi e costituirebbero invece un danno per molti. Non dobbiamo e non possiamo infatti dimenticare che nel 2011 ventisei milioni di italiani, con un apposito Referendum, hanno espressamente affermato che l’acqua non può entrare nei giochi di mercato né la si può utilizzare per trarne altro profitto che non sia la tutela del bene comune.

Quali pastori posti da Dio a sostegno e salvaguardia del popolo, non vorremmo che risuonassero anche sulle nostre labbra le parole sconsolate del profeta: “I miseri e i poveri cercano acqua, ma non c’è” (Is 47,11). E non perché acqua non ci sia, ma perché i poveri rischiano di non potersela più permettere o di essere costretti, per essa, a rinunciare ad altre pur importanti necessità.

Sollecitiamo perciò ogni cittadino affinché prenda coscienza dell’importanza di tale questione e quanti gestiscono la cosa pubblica perché pongano in essere progetti condivisi e gesti concreti, tenendo conto che qualsiasi privatizzazione del bene naturale dell’acqua che vada a scapito del diritto naturale di potervi accedere è inaccettabile. Vorremmo infatti poter dire, ancora una volta con il profeta: “O voi tutti assetati, venite all’acqua, voi che non avete denaro, venite” (Is 55,1).

Possa il nostro appello non cadere nel vuoto!

 

Felice Accrocca

arcivescovo metropolita di Benevento

Arturo Aiello

vescovo di Avellino

Pasquale Cascio

arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Giuseppe Mazzafaro

vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata dei Goti

Sergio Melillo

vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia

Riccardo Guariglia

abate di Montevergine

L’umanesimo Cristiano_convegno 1-2 aprile 2022

Abbazia del Goleto (AV)

L’umanesimo cristiano

Autori, domande e testimonianze

1 – 2 aprile 2022, Abbazia del Goleto (AV)

 

Destinatari: studenti liceali e universitari; laici impegnati; sacerdoti, diaconi, religiosi

 

VENERDÌ 1 APRILE

16:30 SALUTI DELLE AUTORITÀ

17:00 LECTIO PLENIOR

“Umanesimo cristiano”: che cosa intendiamo?,  Prof. Miran Sajovic – PIAL

INTERVALLO PER GLI SPOSTAMENTI

18:00 LABORATORI A SCELTA. LECTIO OPERUM

  1. LETTERATURA LATINA CLASSICA

Lettura di passi di Cicerone, Prof. Iacopo Rubini – PIAL

  1. LETTERATURA NEOTESTAMENTARIA

Lettura di passi delle epistole paoline, Prof. Miguel Angel Moreno Nuño – PIAL

  1. LETTERATURA CRISTIANA ANTICA

Lettura di passi di Clemente Alessandrino, Prof. Pascal Mbote Mbote – PIAL

  1. LETTERATURA MEDIEVALE

Lettura di passi di Guglielmo di Coches, Prof. José Luiz Lima de Mendonça – PIAL

 

SABATO 2 APRILE

09:00 SALUTI INIZIALI

09:30 LECTIO PLENIOR

“Figure eminenti dell’Umanesimo classico. Tre autori esemplari: Leonida di Taranto, Terenzio e Seneca”, Prof. Romualdo Marandino – CLE

10:05 LECTIO PLENIOR

“Figure eminenti dell’Umanesimo cristiano. Tre autori esemplari: Giustino Martire, Basilio di Cesarea, Gerolamo di Stridone”, Prof. Roberto Spataro – PIAL

INTERVALLO PER GLI SPOSAMENTI

11:00 LABORATORI A SCELTA: LE GRANDI DOMANDE

  1. UMANESIMO ANTICO E POLITICA, Giovanni Ferrante – CLE
  2. UMANESIMO ANTICO E PEDAGOGIA, Mirella Napodano – CLE
  3. UMANESIMO ANTICO ED ETICA, Florio Scifo – CLE
  4. UMANESIMO ANTICO E TEOLOGIA, Tarcisio Gambalonga

12:10 CONCLUSIONI

Mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo

 

 

 

Corso per i nubendi 2022

Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia
Pastorale della Famiglia

Corso per i nubendi 2022

In allegato le brochure per:

  1. Zona di Conza _Parrocchie di: Cairano, Sant’Andrea di Conza, Conza, Teora, Caposele, Materdomini, Calabritto, Senerchia
  2. Prima zona di Sant’Angelo dei Lombardi: Parrocchie di: Guardia Lombardi, Lioni, Morra De Sanctis, Rocca San Felice, Sant’Angelo dei Lombardi, Torella dei Lombardi
  3. Seconda zona di Sant’Angelo dei Lombardi: Parrocchie di: Frigento, Gesualdo, Pila ai Piani, Sturno, Villamaina
  4. Zona pastorale di Nusco: Parrocchie di: Bagnoli Irpino, Cassano, Castelfranci, Montella, Nusco

prossimamente le altre zone

Invito a pregare per la pace e a essere sempre operatori di pace

S.E. Mons. Pasquale Cascio

Invito a pregare per la pace e a essere sempre operatori di pace

 

“Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio” (Mt 5, 9), così proclama Gesù ai suoi e al mondo nella pagina meravigliosa delle Beatitudini.

Papa Francesco, in nome di Cristo e dell’uomo minacciato e sofferente, fa appello alle nostre coscienze credenti perché imploriamo dal Dio della pace questo dono di salvezza e alle coscienze degli uomini e delle donne di desiderare la pace: tutti insieme diventiamo operatori di pace.

Come vescovo, padre e pastore, unito al Santo Padre, invito tutti a pregare e a desiderare la pace, per essere non uomini che si limitano a condannare ma che amano la pace e l’umanità in pace.

Invochiamo lo Spirito Santo affinché porti il frutto della pace a partire da chi sta producendo frutti di odio e illumini tutti perché non si scelga la violenza e l’odio per raggiungere la pace.

La sofferenza dei fratelli e delle sorelle trafitti dalla guerra sia di monito e fremito del cuore per quelli che hanno scelto la via della violenza.

Maria Santissima è sempre la Madre Addolorata accanto ai suoi figli che soffrono e muoiono, è la Vergine in preghiera nella Santa Chiesa, è la messaggera del Figlio e il pungolo dello Spirito Santo nei cuori induriti dall’odio e dalla tracotanza. A lei ci rivolgiamo come segno di consolazione e di sicura speranza in ogni momento e soprattutto nelle ore più buie della storia dell’umanità, redenta e salvata dal suo Figlio divino.

Gesù, Pastore eterno, tu non abbandoni l’umanità, confidiamo in te, ci affidiamo a te: perdonaci e dona a tutti pensieri di fraternità, desideri di bene e giorni di pace!

Pace a voi tutti, amati da Cristo!

 

+ S.E. Mons. Pasquale Cascio


Ritiro del Clero: il video della relazione di P. Sabatino Majorano

"La risposta pastorale alla problematica del fine vita"

 

Venerdì 18 febbraio riprenderanno i ritiri mensili di clero presso l’Abbazia del Goleto.

Nell’ottica del cammino di confronto sinodale, P. Sabatino Majorano aiuterà a riflettere sulla tematica:

“La risposta pastorale alla problematica del fine vita”

 

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie

Emergenza Covid_raccomandazioni e chiarificazioni

Ai parroci e agli Istituti Religiosi

 

Carissimi,

la Conferenza Episcopale Italiana, tenendo presente l’aggravarsi della situazione pandemica, ha ricordato alcuni impegni a cui siamo tenuti per il bene e la sicurezza delle comunità a noi affidate. Seguendo lo schema pervenuto dalla Segreteria Generale della CEI, si individuano tre ambiti:

 

  1. Celebrazioni liturgiche. La CEI ci ricorda: “Non è richiesto il Green Pass, ma si continua a osservare quanto previsto dal Protocollo CEI-Governo del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico: mascherine, distanziamento tra i banchi, niente scambio della pace con la stretta di mano, acquasantiere vuote, la comunione eucaristica solo sulle mani… Occorre rispettare accuratamente quanto previsto, in particolar modo: siano tenute scrupolosamente le distanze prescritte; sia messo a disposizione il gel igienizzante; siano igienizzate tutte le superfici (panche, sedie, maniglie…) dopo ogni celebrazione”. Circa le mascherine, in base alle ultime indicazioni dell’autorità sanitaria, è caldamente consigliato l’utilizzo della mascherina FFP2, non potendo noi conoscere le diverse situazioni personali di quanti partecipano alle celebrazioni; essa ha un elevato potere filtrante e garantisce una maggiore protezione. A questo riguardo, la parrocchia o l’Istituto potranno far richiesta in Curia di una fornitura di mascherine, come riserva per chi arrivasse in chiesa sprovvisto.

 

  1. Catechismo. La situazione del contagio dei ragazzi e dei giovani è difficile da tracciare, lo stesso riferimento all’apertura delle scuole è incerto, perché alcuni istituti aprono e altri chiudono, per cui si consiglia di sospendere il catechismo in presenza fino alla metà del mese di febbraio, seguendo l’andamento nei nostri comuni; da quel momento ogni comunità si regolerà in riferimento alla propria situazione e sempre tenendo presente il parere e il consenso dei genitori. In ogni caso si consideri che gli operatori catechistici devono essere vaccinati e facciano uso delle mascherine FFP2, ritrovandosi in ambienti in cui è possibile il distanziamento (aule o chiesa parrocchiale). In questo rinvio sono compresi anche i corsi di preparazione al matrimonio nelle diverse zone pastorali.

 

  1. Obbligo vaccinale per gli over 50. Il testo CEI comunica: “Ricordiamo che, a partire dal giorno 8 gennaio 2022, è stato introdotto l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto 50 anni. La vaccinazione può essere omessa o differita in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore. Dal 1° febbraio 2022 saranno in vigore le sanzioni pecuniarie per coloro che non vi adempiono e dal 15 febbraio 2022 sarà necessario il Green Pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età”. Nella nostra situazione dobbiamo interpretare ed applicare quanto comunicato: i sacerdoti e gli operatori pastorali, pur non essendo lavoratori pubblici o privati, hanno contatto diretto con le persone che si avvicinano per i diversi momenti della vita ecclesiale, alcuni di questi momenti sono molto ravvicinati (confessione sacramentale e distribuzione dell’Eucarestia), pertanto si richiama la coscienza morale di ciascuno a misurarsi sempre con la norma e con il bene del prossimo per comportarsi di conseguenza: vaccinazione o evitare il contatto diretto con le persone.

 

Per ogni chiarimento sono a disposizione di tutti. Invito a conservare l’unità nella fede e nell’azione pastorale, che si sostanzia anche di questi elementi molto concreti e vicini ai bisogni delle persone. Saluto tutti cordialmente.

 

Sant’Angelo dei Lombardi, 12 gennaio 2022

 

+ Pasquale Cascio

Arcivescovo


Corso FC13 Il ministro straordinario della comunione e la pastorale della salute

IL MINISTRO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE E LA PASTORALE DELLA SALUTE

Nota diocesana: La partecipazione comunicata al responsabile diocesana accertata vale come formazione

PROGRAMMA

1. Giovedì 24 febbraio 2022, ore 15.00-16.30
Introduzione alla ministerialità
Dr.ssa Morena Baldacci, Docente di Liturgia, Pontificia Università Salesiana – Responsabile Ufficio
per la Pastorale Catechistica – Settore Pastorale Battesimale, Torino.
2. Giovedì 3 marzo 2022, ore 15.00-16.30
Sacramenti e guarigione
Don Pierangelo Scaravilli, Vicerettore del Seminario Vescovile di Patti (ME) e docente di Teologia
Sacramentaria nell’Istituto Teologico “San Tommaso” di Messina.
3. Giovedì 10 marzo 2022, ore 15.00-16.30
Ruolo e identità del Ministro Straordinario della Comunione in parrocchia e in ospedale
Dr.ssa Morena Baldacci, Docente di Liturgia Pontificia Università Salesiana – Responsabile Ufficio
per la Pastorale Catechistica – Settore Pastorale Battesimale, Torino.
4. Giovedì 17 marzo 2022, ore 15.00-16.30
Il sacramento dell’Unzione dei malati nel quadro della cura pastorale agli infermi
del Ministro Straordinario della Comunione
Don Vincenzo Pierri, Docente di Liturgia e Teologia sacramentaria nella Pontificia Università
Teologica dell’Italia meridionale (ISSR e ITS – Salerno) e nella Pontificia Università della Santa Croce
(Roma); Direttore dell’Ufficio Liturgico dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno.
5. Giovedì 24 marzo 2022, ore 15.00-16.30
Riconciliazione ed Eucaristia e ruolo del Ministro Straordinario della Comunione
Don Alberto Giardina, Direttore Ufficio Liturgico della Diocesi di Trapani – Docente di Teologia
Sacramentaria presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia a Palermo.
6. Giovedì 31 marzo 2022, ore 15.00-16.30
Il Ministro Straordinario della Comunione e la relazione con i malati
Dr.ssa Alessandra Laudato, Psichiatra, Dirigente medico ASL Napoli3Sud

Destinatari:
L’evento è aperto ai Ministri Straordinari della Comunione e a quanti sono interessati.
Iscrizioni al corso
La partecipazione al corso è gratuita con iscrizione obbligatoria.
L’iscrizione dovrà essere effettuata online all’indirizzo: https://iniziative.chiesacattolica.it/IscrizioneonlinecorsoFC13
Per informazioni
Segreteria dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute
telefono 06.66398.477  email salute@chiesacattolica.it
Segreteria dell’Ufficio Liturgico Nazionale
telefono 06.66398.234 email uln@chiesacattolica.it